AgritravelExpo Agri e Slow Travel Expo,

Educational tour nei luoghi del Manzoni per Agri e Slow Travel Expo Bergamo

domenica, marzo 11, 2018 In Cucina con Mamma Agnese 2 Comments

Un viaggio ricco di Sapori e di idee, per non parlare di Storie ed avventure culinarie
Quello trascorso insieme ad alcune colleghe il 17 e 18 Febbraio scorso in quel di Bergamo.
L'esperienza ad Agri e Slow Travel Expo
è stata colma di incursioni storiche e culinarie Bergamasche e non solo. 
Un percorso sensoriale doveroso per chi come me,ama un turismo lento e godereccio. 
Presso i Padiglioni tante regioni Italiane e non, hanno proposto pacchetti turistici Enogastronomici.

Bergamo e la Bassa Bergamasca 
Natura, Storia e tanta roba buona 

La nostra prima incursione Lombarda,si ferma a Bariano tra le Brume della Bassa Bergamasca
Il Convento dei Neveri ha aperto le sue mura Romane, appositamente per noi Food Blogger,dandoci modo di visitare le stanze dove avevano vissuto i frati Carmelitani, 
la cappella Romanica, i resti del mosaico Bizantino, gli affreschi trecenteschi ed il notevole affresco cinquecentesco che riporta la Madonna con il Bambino.
Il Convento Restaurato con la massima attenzione è oggi teatro di manifestazioni Musicali & Gastronomiche di grande interesse.
Perfetta location per Nozze indimenticabili.
Abbiamo optato per una cena slow presso il Braciere del Convento, una sorta di Osteria, dove si mangia alla carta.Molto interessanti gli Antipasti di salumi e la grigliata mista
Non troppo lontano dal Convento,a Romano di Lombardia  si trova l’Hotel La Conchiglia,location comoda ed accogliente,
dotato di tutti i confort,dove abbiamo trascorso la notte,fortunatamente per le mie colleghe,ho avuto una singola,non auguro a nessuno di dormire con me, io non dormo, veglio la notte 👀
Il secondo giorno parte di buon ora, dopo un super caffè ed  una bella colazione. La prima tappa dell'Educational tour, si ferma a 
Palazzo Visconti - Brignano Gera d'Adda. Dove scoprire uno dei luoghi del ManzoniIl romanzo più noto al Mondo, 
"I Promessi Sposi" parla anche di questo luogo, non solo di Lecco, Como e Milano
Che meraviglia lo scalone a tre rampe, gli affreschi in stile Rococò, la sala degli specchi, la stanza cara a Bernabò Visconti, feudatario di Brignano Gera d'Adda....
L'INNOMINATO... 
di lui si scrive fosse MOLTO malvagio,è il potente a cui Don Rodrigo si rivolge per attuare il piano di rapire Lucia.Ma scosso da una profonda crisi spirituale, dapprima è complice di Don Rodrigo,in seguito però, vede in Lucia,il Segno,che lo porterà alla conversione.
Francesco Bernardino Visconti, personaggio storico del quale Manzoni è discendente da parte della madre Giulia Beccaria, discendente a sua volta,della famiglia Visconti. Si divertiva a razziare nelle campagne Cremasche della Repubblica di Venezia per poi rifugiarsi nelle terre del Milanese.
Affascinante ritrovarsi dopo secoli,in luoghi così vissuti, cosi sentiti, dove non c'era perdono, non c'era lealtà ma solo predominio e appartenenza.Dove non si sapeva mai chi fosse realmente il nemico e chi l'alleato fino in fondo, almeno per quanto riguarda il piano nobile del passato.
La gente del Borgo, invece si faceva forza tutta insieme ed ergeva TORRI Campanarie di vedetta, come quella che abbiamo visitato in quel di 

Treviglio, la
TORRE CIVICA CAMPANARIA
Museo storico Verticale in sette livelli, passaggi obbligatori per arrivare al Belvedere ed ammirare un panorama meraviglioso. E' tra le Torri antiche più alte, eretta intorno all'anno 1008. Con i suoi 60 metri di altezza è il simbolo incontrastato  della città, In passato usato per scopi di vedetta difensiva e segnalazione di pericolo per i comuni circostanti.
Il tour prosegue fino ad incontrare uno dei più bei Castelli fortificati mai visti il 
Castello Visconteo di  Pagazzano 

Il Castello ancor oggi, circondato da un profondo fossato, caro a Bernabò Visconti,fu eretto a fortificazione ed è risalente al 1200. Teatro di cruenti lotte, tra le quali la strage dei Guelfi e la guerra tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia. Divenne solo dopo il 1500 residenza civile o meglio dimora di oltre 4000 segugi da Caccia. Ospitò ad intervalli di qualche anno anche il gran poeta Francesco Petrarca.Da come ci raccontava la nostra preparatissima guida turistica Giusy il buon Petrarca, non ne fu molto contento, probabilmente a causa della troppa tranquillità del posto.
Arriva ai giorni nostri non dopo aver subito una netta decadenza, addirittura come rimessaggio di attrezzature agricole nel millennio precedente. Fortunatamente il Castello Visconteo di Pagazzano oggi appare in tutto il suo splendore, ospita ogni anno bellissimi eventi ed è possibile visitarlo anche con una guida turistica professionista, che come è successo a noi... tramite le parole, vi farà vivere la storia ad occhi aperti!!
Tra arte, storia e buone cose..
Pranzo in centro a Pagazzano, alla 
Trattoria al Mulino dove la simpatia dei gestori e la bontà  dei piatti non hanno eguali. Ho scelto due piatti della Cucina tradizionale del posto, Casoncelli ed uno Stinco al forno strepitoso, non mi son fatta mancare nemmeno l’immancabile Polenta Bergamasca, morbida e gustosissima,se siete da quelle parti, una sosta, ricordatevi è d'Obbligo!!
Con sommo dispiacere abbiamo dovuto lasciare di gran passo la trattoria,in quanto io ed Elena avevamo un Importantissimo appuntamento allo Spazio Show Cooking della Fiera Internazionale del Turismo Agri Slow & Travel

Insieme sul palco tra pentole e coltelli(quelli dello chef)abbiamo preparato una mia ricetta *Lasagnette con le Sarde* 
Piatto sano e ricco di Omega 3 vitamine e sali minerali.

Mai avuto così tanta gente in Cucina ad apprezzare un piatto di pasta 😋 Con sommo piacere gli spettatori hanno super gradito anche l'assaggio, oltre che lo Show Cooking.
In Fiera,ho avuto piacere di conoscere ed assaggiare tipicità alimentari di ogni dove, non solo Lombarde, ma anche Siciliane, Sarde, Trentine,e tante altre, ogni una con una caratteristica vincente tutta da scoprire, come le Lenticchie Nere Siciliane di Calascibetta in provincia di Enna.. delle quali vi parlerò di sicuro in una delle mie prossime ricette.
Grazie alle colleghe Elena, Giuli, Pamela,Sara, Monica che hanno reso questi due giorni veramente speciali, e che mi hanno supportato nel Cooking Show.
Grazie a Benedetta Bianchi ed all'Ente Fiera Promoberg (BG) per la Fiducia

Grazie all'Assessore Cultura, Sport e tempo libero e Associazione  di Bariano, Marino Lamera, nostro accompagnatore in quel del Convento dei Neveri
Non per ultimo alle nostre Guide professioniste, Valentina, Valentina e Giusy che ci hanno guidato nella storia della Bassa Bergamasca
a tutte le strutture che ci hanno ospitato e rifocillato
ed infine al nostro Autista Florian che con discrezione e professionalità ci ha accompagnato in questi due giorni.

Di questo viaggio nelle meraviglie Bergamasche porterò con me l'Amore degli abitanti verso le culture gastronomiche, storiche e paesaggistiche del posto, con la ferma convinzione che un turismo lento e consapevole sia la strada Vincente da percorrere ed anche la più giusta, per salvaguardare le tradizioni e tipicità dei nostri luoghi più belli e forse meno conosciuti.

Alla prossima e grazie della lettura 💗




2 commenti:

  1. Risposte
    1. Hai visto Andreea che posti bellissimi, la Bassa Bergamasca è un piccolo gioiello di cultura storica e gastronomica!!
      Viaggio consigliatissimo

      Elimina

Chi inserisce un commento deve essere consapevole che ACCONSENTE a pubblicare il link al proprio profilo tra i commenti. Prima di commentare, consultare la PRIVACY POLICY per ulteriori informazioni.