Ultimi post

Risotto Cenerentola con bucce di piselli - ricetta antispreco by Risotti d'autore di Gabriella Pizzo Chef


Il claim è, in cucina non si butta nulla ovvero come dare nuova vita agli scarti di cibo

 Nome del piatto:

Cenerentola




Risotto con bucce di piselli
Ingredienti per 2 persone

200 g di riso carnaroli classico
2 lt di brodo vegetale
1 cipolla bianca
1/2 bicchiere di prosecco
900 g di bucce di pisello
100 g di piselli freschi
20 g di burro
20 g di parmigiano grattugiato
Erbe e fiori di campo

Cous cous Green Heart con olii extravergini d'oliva aromatizzati

A volte si ha solo bisogno di un punto di vista differente.

Fino a che punto sono necessari nuovi equilibri, io direi molto anzi moltissimo, ed allora si studiano ricette classiche e le si veste di una forma diversa, più in linea con i tempi.

Nasce così Green Heart

Cous cous con Cipolla bianca ed Olii Biologici extravergini aromatizzati







Ingredienti per 4 persone

160 g di cous cous precotto

180 g di acqua calda

10 g di olio d’oliva extravergine Redoro biologico

Sale fino

Per la crema di cipolle

3 cipolle bianche

Olio extravergine d'oliva biologico Redoro

sale

Per l'olio al silene

100 g di silene

150 g (circa) di olio extravergine di oliva biologico Redoro

Per l'olio al luppolo

150 g di germogli di luppolo

200g (circa) di olio extra vergine d'oliva Redoro bio

Per impiatto

Erbe aromatiche

Fiori eduli

Petali di cartamo secchi

 

Procedimento

Preparare la crema di cipolle.

Sbianchire in acqua bollente pochi minuti, le cipolle a tocchetti, passare al mixer, aggiungere  nel caso troppo denso acqua di cottura ed olio extravergine di oliva Redoro bio, aggiustare di sale, mettere da parte.

Sbianchire i carletti, unire olio extravergine di oliva biologico Redoro a filo, passare al mixer, e poi a setaccio fino, mettere da parte.

Sbianchire i germogli di luppolo, scolare, passare al mixer, unire olio extravergine di oliva bio Redoro, passare a setaccio fine, mettere da parte.

Preparare il cous cous, in una pirofila, possibilmente piana,

unire il cous cous precotto, il sale, l’olio extravergine biologico, una punta di curcuma, unire l’acqua calda, coprire con pellicola per per circa due minuti, sgranare il cous cous con una forchetta, condire con la crema di cipolla ed impiattare utilizzando due coppa pasta, il primo più grande ed il secondo più piccolo, nel mezzo, alla fine versare l’olio al silene, nel piatto gocce di olio al luppolo, ultimare con erbe aromatiche, fiori eduli e petali di cartamo.

In finale per la terza edizione del Concorso Extracuoca 2023

 Alla fine non c'è due senza tre.


Nel 2021 nella categoria secondi vinsi il Primo premio, ma a causa del periodo pandemico non potei recarmi a Perugia per la premiazione con mio grande rammarico.

Nel 2022 ho partecipato in presenza nella sede dell'Università dei Sapori  di Perugia, dove l'emozione ha prevalso ed alla fine scordai pure un ingrediente, ma l'esperienza è stata veramente entusiasmante anche grazie alla compagnia di tante donne meravigliose in primis la mia accompagnatrice e sostentrice Arcobaleno.

Quest'anno sono stata spinta a partecipare, ed alla fine la mia proposta ha superato l'esame ed è candidata a concorrere alla terza edizione del contest dedicato alle donne cuoco ed all'Olio d'oliva extravergine Italiano premiato Ercole Olivario, nel mio caso un Redoro Extra Vergine

Che questa volta sia la volta buona....


Concorso Nazionale ExtraCuoca 2023 - III edizione

La Giuria degli Esperti, che ha selezionato le 28 finaliste è un comitato multidisciplinare costituito da:

Giorgio Donegani, Tecnologo alimentare ed esperto di nutrizione

Alessandra Baruzzi, Cuoca, Coordinatrice Nazionale Lady Chef

Giuseppe Capano, Chef dell’olio e scrittore-divulgatore

Gianna Fanfano, Cuoca, Segretaria generale di Lady Chef

Antonietta Mazzeo, Assaggiatrice esperta di olio e giornalista

Martina Rusconi Clerici, Imprenditrice e membro del direttivo Associazione Nazionale Donne dell’Olio

Fabrizio Salce, Giornalista enogastronomico la valutazione delle ricette pervenute ha seguito questi criteri di giudizio:

Attenzione al profilo sensoriale dell’olio prescelto

Cura nella scelta degli ingredienti attenzione alla valorizzazione dei prodotti locali

Gradevolezza complessiva desumibile dalla ricetta

Aspetto estetico valutabile dalla foto allegata

Salubrità e profilo nutrizionale della ricetta

Originalità e creatività e innovazione


23 Novembre le Finali a Perugia

Ventotto cuoche professioniste in finale alla terza edizione di “Extra Cuoca – Il talento delle donne per l’olio extra vergine”, concorso nazionale dedicato alle cuoche professioniste promosso dal Comitato di Coordinamento del Premio Ercole Olivario e dall’Associazione Nazionale Donne dell’Olio, in partnership con Lady Chef (Dipartimento femminile della FIC – Federazione Italiana Cuochi)

Gabriella Pizzo da Borgo Veneto (PD)

Anitra - Silenzio parla la corte Veneta

Grande passione per gli animali di corte, ereditato da Mamma Agnese, lei che con un  sorriso ed un abbraccio morbido illuminava le mie giornate più buie, amava circondaarsi di una vera e propria arca di cortile, dove facevano bella vista le oche e le anitre.

Amava poi preparare degli arrosti meravigliosi, vero che la materia prima era allevata da lei, fatto sta che il risultato finale era veramente superlativo.

Io ci provo, ma ho ancora tanto da imparare.


Anitra di corte


Ingredienti  per 2 persone

2 cosce di anitra

1 bicchiere di vino bianco prosecco

olio evo Umbro

Fiori di cappepro

Mostarda di frutta Veneta

Fiori eduli

Erbe aromatiche

Petali di mandorle

Burro

Sale

Pepe

Preparazione

Marinare per lameno due ore, tenendo in frigorifero le cosce in una casseruola con del vino, pepe in grani ed erbe aromatiche.

Rosolare in una soutè antiaderente con un filo d'olio, ultimare la cottura inforno ventilato, dare un ultimo ripasso in padella cald con del burro fuso.

Servire come da foto

Pan moro e renga - Ricetta Veneta

Ho giocato con la farina, con i semi oleosi, cercando di ricordare, quanto amavo stare in cucina anche da bimbetta. Le storie emozionali possono creare uno stato di benessere assoluto, d'altronde impastare, osservare la lievitazione per poi sentirne la fragranza è uno degli antistress migliori. Una delle ricette tradizionali della mia regione, il Veneto, ma sopratutto della mia famiglia, vede la "Renga" protagonista, la ricetta originale la vedrebbe con la polenta, da qui "Poenta e renga". La "Renga" nome veneto dell'Aringa è un pesce azzurro, ricco di Omega3, in passato spesso presente nelle tavole contadine, oggi è diventato un piatto gourmet. 
Già perchè il pane quello buono, quello Nero di segale si sposa benissimo con il pesce, creando una alchimia sensoriale decisamente interessante.
Quanto adoro le tradizioni quelle belle ed emozionali, la storia di un popolo si lega sopratutto ai ricordi culinari, alla voglia di stare insieme, assaporando il pane fragrante, fatto sapientemente ad arte, come quello proposto ogni anno nella manifestazione Transfrontaliera " Lo Pan Ner - Il Pane delle Alpi".
Anche  quest'anno saranno molti i comuni dela Valle d'Aosta che riaccenderanno gli antichi forni comuni dei loro villaggi, tornando quindi a condividere la gioia dello stare insieme per creare e gustare il pane Nero di Segale.


Pan Moro e Renga 
Pane nero e Aringa, petali di cipolla agrodolce e pesto di rucola 


Pan moro e renga, seola e pesto de scrissoi



Difficoltà: Media

Tempo di esecuzione totali : 4 ore
Tempo di lievitazione e cottura pane 2,30 '
Tempo marinatura aringa : 2 ore
Tempo preparazione cipolle agrodolci : 30'
Tempo preparazione pesto  : 30'
Tempo di proparazione briciole di pane nero all'olio: 20'

Il primo passaggio da farsi è la preparazione del Pan Moro

Pane nero di segala e semi oleosi



Ingredienti per 4 persone

· 300 g di farina di segale
· 100 g di farina 0
· 100 g di farina integrale
· 300 g di acqua
· 10 g di sale
· 6 g di lievito di birra
·50 g di semi oleosi : lino e sesamo

Preparazione

Settacciare le farine, sciogliere in poca acqua tiepida il lievito, in una spianatoia meglio se di legno, creare una fontana, inserire poco alla volta l'acqua, mescolare ed aggiungere gradatamente tutta l'acqua rimanente, alla fine il sale.
Lavorare l'impasto, fino ad ottenere un panetto, mettere a lievitare in un recipiente leggermente oleato per circa un'ora, passato il tempo, dare la forma desiderata, rimettere a lievitare un'altra ora. Sarà pronto  quando sarà praticamente raddoppiato di volume. Dare forma ai panetti, incidere ed infornare per 15' a 220° per poi abbassare a 180° e continuare la cottura per altri 20'.

Briciole di pane nero all'olio
Tempo di preparazione 20'

Ingredienti per 4 persone
· 120 g di pane nero
· 20 g di olio d'oliva
· 5 g di sale


Quando il pane nero sarà raffreddato, utilizzare la quantità indicata e realizzare delle briciole, versare in una teglia da forno, aggiungere il sale e l'olio e tostarle in forno caldo a 180° per circa 20'. Quando pronto mettere da parte.

Nel frattempo che il pane lievita e cuoce, procedere con le altre preparazioni.

F





Filetti di aringa marinati

Tempo di preparazione marinatura : 1 ora
Tempo di cottura in padella  : 8'

Ingredienti per 4 persone
· 4 aringhe 
· 30 g di maggiorana fresca
· 30 g di timo limone fresco
· 5 g di sale
· 100 g di olio d'oliva leggero
· Fiori eduli


Pulire e sfilettare le aringhe, marinare in olio ed erbe aromatiche. Riporre in frigorifero  per almeno un'ora coperto da pellicola.

Pesto di rucola e mandorla

Ingredienti per 4 persone

· 50 g di rucola
· 20 g di mandorle spellate
· 3 g di sale
· 30 g di formaggio asiago stagionato
· 100 g di olio d'oliva delicato

Procedimento

Sbianchire la rucola quanche minuto, passare subito in acqua e ghiaccio per preservare il colore verde brillante.Passare al mixer aggiungendo le mandorle spellate, il sale e l'olio ed il formaggio grattugiato, fino ad ottenere il pesto, inserire in una sac a poque, mettere in frigorifero.

Cipolle agrodolce

Igredienti per 4 persone

· 200 g di cipolle bianche
· 200 g di cipolle rosse di Tropea
· 30 g di aceto di mela
· 20 g di acqua
· 20 g di zucchero di canna
· 5 g di sale
2 padelle antiaderenti

Procedimento

Tagliare a spicchi sia le cipolle bianche  che le cipolle rosse di Tropea, procedere alla loro preparazione separatamente

Preparazione
Ungere d'olio leggermente le due padelle antiaderenti, versare in una gli spicchi di cipolla bianca e nell'altra gli spicchi di cipolla rossa, aggiungere in ogni padella metà del liquido ottenuto miscelando l'aqua e l'aceto, lasciare evaporare leggermente, aggiungere lo zucchero sempre dividendo la quantità.
Saranno pronte quando avranno assorbito il liquido, dovranno rimanere croccanti. Mettere da parte.

Sciaquare i fiori eduli  asciugare su carta da cucina assorbente.

Cottura dei filetti di aringa

Toglliere i filetti di aringa dal frigorifero, sgocciolare, tagliare i filetti in losanghe, passare velocemente in una padella calda leggermente unta d'olio d'oliva, cuocendo solo dalla parte della pelle. Aggiustare di sale.

Impiattamento
In ogni piatto creare una macchia di colore con il pesto di rucola, aggiungere le briciole di pane nero croccanti, un filetto di aringa, i petali di cipolla agrodolce sia rosse che bianche, fiori eduli,  erbe aromatiche, volendo si possono aggiungere dei tocchetti di mandorla spellata.





Il contest si pone l'obiettivo di valorizzare sia il pane nero di segale -inteso come prodotto tipico valdostano o in alternativa la farina di segale, in quanto preziosa coltivazione diffusa nei territori montani.

La manifestazione  giunta alla sua sesta edizione quest'anno avrà delle formule diverse ma conterà in bel 46 forni comuni che si accenderanno in simultanea in tutta la Valle d'Aosta e saranno ancora le donne ad impastare ed i maschi ad infornare con tanti bimbi attorno in attsa di assaggiare. Con la bellezza dello stare insieme ad ascoltare le storie della tradizione del posto.AIFB anche quest'anno dà voce al territorio grazie ad un percorso conoscitivo delle materie prime,la reitrepazione di una ricetta della mia zona di apparteneza, il Veneto, in origine "Poenta e renga" rinterpretato in "Pan moro e renga"








Mousse al cioccolato fondente ed olio con crema chantilly e frutta fresca

 Delizia d'olio.

Sono anni che studio e testo le varie tipologie di Olio extra vergine Italiano, ed il risultato è stupefacente.

Ogni Olio assimila, proprietà non solo dal terreno dove viene coltivato, ma anche dal clima e dalle coltivazioni a lui vicino.

Avete mai provato una mousse a cioccolato ed olio??


Mousse al cioccolato fondente ed olio con crema chantilly e frutta fresca




Ingredienti

Cioccolato fondente 70%
olio extra vergine di oliva Gardesano
Panna fresca
zucchero
zucchero a velo
frutta fresca


Spaghetti in rosso con tonno fresco e finocchietto selvatico - ricetta facile

Ricette facili e dove trovarle.

Cosa  c'è di più semplice che un piatto di pasta, personalmente lo ritengo un  passpartù eccezzionale, in qualsiasi occasione, poi se sono spaghetti, sono irresistibili.

Spaghetti in rosso, con tonno fresco e finocchietto selvatico




Tempo di preparazione 20'
Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone

380 g di spaghetti
300 g di tonno rosso
1 piccola cipolla bianca
1 spicchio di aglio
150 g di polpa di pomodoro
3 ravanelli
Finocchietto selvatico
Sale

Procedimento

Appassire la cipolla, unire il tonno tagliato a tocchetti, rosolare, aggiungere il pomodoro, insaporire portare a cottura, qualche minuto.

Cuocere la pasta, unie all'acqua di cottura lo spicchio di aglio, nel frattempo affettare sottlmente i ravanelli e metterli in acqua ghiacciata per renderli croccanti.
Scolare condire la pasta ed impaittare.

Facile veloce e super buono!!